Spuntini (light e non) per quando arriva la fame chimica

0
25
chimica

Che cos’è la fame chimica? Si tratta generalmente di quel senso di intensa fame che, quando ci si trova in “fattanza” ci rendi capaci di divorare qualunque cosa, in qualunque momento. Ma perché viene chiamata fame chimica?

Il THC che è contenuto nella Cannabis va a legarsi infatti ai ricettori del nostro sistema endocannabinoide e va ad alterare gli equilibri del nostro corpo, stimolando il rilascio di dopamina e stimolando in questo modo la nostra fame. La fame chimica, infatti, è un classico per tutti gli abituali consumatori di cannabis. Dopo aver fumato/ingerito cannabis difatti ci troviamo soggetti all’irrefrenabile desiderio di mangiare a iosa, senza mai fermarci. Ma dobbiamo fare attenzione quando mangiamo durante la fame chimica, perché ci sono alimenti che andrebbero meglio da sgranocchiare per chi è a dieta o semplicemente ci tiene alla linea e vuole mangiare senza sensi di colpa ed altri snack invece più pesanti che però ci riempiranno a sazietà.

Quali sono gli alimenti più “healthy” da consumare con la fame chimica?

Quali alimenti dobbiamo scegliere perché possiamo riuscire a sentirci meglio, e come facciamo a sceglierli?

Vediamo un po’ quali sono le alternative per gli spuntini più veloci e comuni in grado di riuscire a contrastare la fame chimica. Innanzitutto dobbiamo iniziare col dire che con la fame chimica non è sempre deleterio mangiare cibi un po’ più grassi, anche perché questi nutrienti aiutano il nostro organismo nel riuscire ad assimilare meglio il THC, la sfida sta nel non esagerare, naturalmente.

Verdure e frutta fresca

La frutta e la verdura fresca forse non sono proprio la prima scelta che ci viene in mente quando dobbiamo placare la fame chimica, ma se non vogliamo optare subito per i cibi più calorici si possono trattare di opzioni valide per riuscire a prevenire almeno in parte quelli che sono gli eccessi che daranno altri cibi al nostro organismo. Per la frutta fresca basterà lavarla e sbucciarla, mentre per la verdura fresca tutto ha a che fare con il metodo di preparazione del piatto che abbiamo intenzione di consumare.

Ad esempio, la verdura tagliata a listarelle può essere una valida alternativa, che si tratti di sedano, peperoni, carote, cetrioli o qualsiasi altro tipo di verdura vi piaccia consumare cruda e fresca. Potete gustarla al naturale oppure possiamo condirla con il pinzimonio (una miscela di olio, aceto, sale, aglio e prezzemolo) oppure ancora solo olio e sale o altre salse in commercio nei supermercati per accompagnare questo tipo di pietanze. Oppure potremmo optare per un bel piatto di insalata verde a nostra scelta condita con olio, aceto o limone e sale; insomma, che sia surgelata o fresca è sempre importante avere in frigo della verdura da poter sgranocchiare in queste occasioni.

Certo, frutta e verdura probabilmente non saranno il primo tipo di cibi che vi verrà in mente quando vorremo placare la fame chimica, e nemmeno ai vostri amici, ma si tratta comunque di spuntini sani e veloci da preparare e possiamo anche prepararli prima di inziare a fumare e riporli in frigo! Possiamo anche accompagnare le verdure con dei formaggi spalmabili oppure dello yogurt greco o yogurt magro.

La frutta in particolar modo è particolarmente indicata per amplificare gli effetti dell’euforia provocata dalla cannabis. I terpeni della frutta, infatti, assumendo frutta fresca interagiscono tra di loro migliorando gli effetti della cannabis che a sua volta contiene altri terpeni. E poi, specie in estate, sono diversi i tipi di frutta in cricolazione davvero dolci e gustosi… quasi alla pari di un dolce. Quasi, non esaltatevi troppo. Ehi, magari se mangiate fragole potreste metterci della panna su. Si tratta comunque di una alternativa più deliziosa che ingannerà il vostro cervello nel credere che starete mangiando un dolce, no?

Frutta secca

Un altro degli spuntini facili e veloci e che non necessitano alcuna preparazione (a meno che non la mescoliamo con creme o gelati) è la frutta secca. Che si tratti di noci, pistacchi, noci pecan, bacche di goji, mandorle, anacardi o arachidi e chi più ne ha più ne metta, la frutta secca è un settore alimentare ricco in minerali, grassi buoni per l’organismo, antiossidanti e vitamine. Sono pietanze povere di zuccheri e carboidrati ed inoltre hanno anche proprietà benefiche per il cuore, aiutando e contrastando le malattie cardiache. In circolazione esistono anche delle convenientissime miscele di frutta secca o disidratata. Si tratta di alimenti che forniscono un gran quantitativo di energia, ma se vengono abbinati a cioccolato o altri alimenti con una concentrazione di zucchero troppo alta allora si corre il rischio di poter avere troppa energia o, ancora, di poter prendere qualche chilo di troppo (se le mangiamo a sbafo abitualmente, altrimenti non c’è nulla di male nel farlo una volta ogni tanto)!

Altri spuntini classici da fame chimica

Pizza

Cosa c’è di meglio della pizza, quando si è in fame chimica? In Italia e fuori Italia, questo rimane uno dei cibi più consumati quando siamo soggetti alla fame indotta dalla cannabis. Di per sé, la pizza è un alimento molto calorico, ricco soprattutto di carboidrati e lieviti, ma una pizza non potrà che farci sentire sazi più rapidamente rispetto agli alimenti sopracitati.

Patatine fritte

Le french fries sono un altro di quei cibi che vengono consumati a sazietà quando ci si trova in fame chimica. Che siano d’asporto, comprate in un fast food o quelle surgelate da riscaldare in forno, certo non si tratta di una delle alternative più sane per gli spuntini della fame chimica. Certo, è un piatto fritto (e strafritto) e pieno di grassi e carboidrati, ma anche qui, la regola vale. L’importante è che non si abbia una dieta interamente basata sul cibo spazzatura e che ci si conceda ogni tanto qualche strappo alla regola che possa consentirci di provare tutti i sapori (che con la fame chimica, tra l’altro, si amplificano di molto) che ci piacciono senza doverci ossessionare per forza sulla nostra forma fisica.

Cioccolato

Il cioccolato fondente è uno dei cibi che incrementa di più il livello di energie nel nostro corpo ed è uno degli alimenti più ricchi di sostanze psicoattive in circolazione. Lo sapevate? Il cacao contiene cannabinoidi! E non solo, ma anche altri principi attivi che aiutano il nostro cervello ad essere felice e vivere meglio. Il cioccolato fondente è preferibile rispetto al cioccolato al latte, soprattutto se lo scegliamo con percentuali di cacao molto alte (dall’80% in poi, diciamo, ma anche un po’ di meno può andar bene). In commercio inoltre esistono tantissimi tipi diversi di cioccolato fondente dai gusti ed aromi differenti e, soo averli assaggiati tutti in fame chimica di sicuro non vorrete più tornare al vecchio cioccolato al latte. Provare per credere!