Metodi per fumare tranquillamente in casa (e non renderlo ovvio)

100
fumare joint

Magari tua nonna deve venire a trovarti o il tuo capo ha deciso deliberatamente di organizzare una cena a casa tua… e nessuno sa che ti ammazzi di canne. Lol, scherzi a parte, ecco tutti i metodi possibili per riuscire a fumare in casa e non lasciare traccia del delitto, nel caso aveste ospiti poco marijuana-friendly, ecco.

Non c’è dubbio che la cannabis è un’erba aromatica. Ricco e saporito, il fumo di questa erba può però rimanere ancorato saldamente su tessuti domestici come tendaggi, tappeti e biancheria da letto. Sebbene il profumo sia spesso delizioso e floreale all’inizio, diventa rapidamente stantio nel tempo e può far sentire la tua casa umida e sgradevole. Se speri di mantenere la tua casa profumata o di essere discreto nella tua abitudine a consumare cannabis, ecco 7 modi per fumare erba nel tuo appartamento in tutta tranquillità e senza lasciare traccia.

I metodi per fumare in casa e non farsi cogliere in flagrante

Fate tiri piccoli

Pipe, joint, narghilè, bong e blunt sono tutti modi piuttosto ovvi per consumare cannabis. Tutti questi metodi implicano la combustione di materiali vegetali. Se si spera di rimanere al chiuso in modo discreto, nessuno di questi metodi è quindi molto pratico per lo scopo da noi designare. Al contrario, però, tamponare la nostra canna facendo piccolissimi tiri ogni volta è in realtà un modo abbastanza buono per fumare la cannabis se si spera di essere discreti.

Il fumo da una piccola quantità di erba bruciata infatti ha pochissima fragranza, meno un leggero aroma, tra l’altro piuttosto dolce. Questo farà sì che meno quantità di fumo venga sprigionata e pertanto l’odore in casa rimarrà di meno e, soprattutto, impregnerà di meno le suppellettili di casa!

Usate un vaporizzatore

Vaporizzare è un altro ottimo modo per rimanere discreti mentre si fuma in casa. I vaporizzatori in realtà non producono affatto fumo. Piuttosto, riscaldano il prodotto di cannabis ad un temperatura bassa, abbastanza calda da sciogliere la resina di cannabis e rilasciare il vapore, evitando così la combustione.

Come i tiri piccoli che abbiamo citato prima, anche questo vapore ha pochissima fragranza. Questo significa meno odore stantio una volta che hai finito e meno probabilità di essere interrotto a causa dell’odore di cannabis durante la tua sessione di fumo, il che può essere delizioso ma che sulla lunga può diventare davvero insopportabile.

Gli sploof

Sapete cosa sono? Potrà sembrare sciocco, ma questi dispositivi sono estremamente utili. Fatto con alcuni fogli essiccati, un tubo di carta igienica, un calzino e un elastico a chiudere il tutto, sono uno dei metodi caserecci più facili da utilizzare per “isolare” il fumo e far sì che venga assorbito da questo dispositivo. Coloro che sperano di essere davvero fantasiosi possono prendere del carbone attivo da un negozio di animali o in erboristeria e aggiungerlo al nostro sploof. Riempire i fogli essiccati nel tubo e fissarne uno all’estremità con un elastico, come a coprirlo con un cappellino et voilà, il gioco è fatto.

Quindi, coprire l’intero aggeggio con il calzino e fissarlo con un elastico. I fogli dell’essiccatore e il carbonio all’interno dello slpoof diffonderanno il fumo ed elimineranno l’odore.

Oli essenziali

È sempre bello seguire la via tradizionale quando si tratta di coprire l’odore di cannabis. Accendere un po’ di incenso o scaldare un po’ di olio essenziale in uno scaldino è un ottimo modo per mascherare rapidamente quel forte profumo di cannabis.

Mentre molte persone usano spray chimici come Glade, Oust e chi son loro, le forti fragranze chimiche possono causare mal di testa e non sono le cose migliori da respirare tutto il tempo.

Un forte olio essenziale come rosmarino, eucalipto o menta piperita maschererà molto velocemente il profumo di cannabis e ti aiuterà anche a sentirti vigile e rinfrescato. Lavanda, arancia e limone sono altri tre fragranze che potrebbero adeguatamente profumare il tuo ambiente.

Tieni le finestre aperte

Questo potrebbe essere un po’ ovvio, ma spingere il soffio di fumo di cannabis direttamente fuori da una finestra è uno dei modi più semplici per evitare l’eccesso di fumo nella vostra casa o staza. Certo, per essere discreti, è meglio assicurarsi che non ci siano ficcanaso vicini che si aggirano fuori.

Dopo aver fumato, è sempre meglio aprire una finestra e direzionare fuori il fumo, magari con un ventaglio o qualcosa che faccia spostare fuori il fumo. Questo farà circolare l’aria fresca nel tuo spazio.

Fuma in bagno

Metti un asciugamano sotto la porta e accendi il ventilatore. Fumare in bagno è uno dei modi più semplici per fumare la cannabis nel tuo appartamento di nascosto. Sebbene possa essere dispendioso, molte persone addirittura accendono la doccia per creare un vapore, che minimizza alcuni degli aromi del fumo.

La maggior parte dei bagni ha un ventilatore e simili, il che rende abbastanza facile eliminare il fumo dalla stanza abbastanza rapidamente. Puoi accelerare ulteriormente questo processo aprendo una finestra e accendendo una candela, se possibile.

Passa l’aspirapolvere

Tessuti e rivestimenti vari amano trattenere il fumo e gli odori in generale. Se fumi al chiuso parecchio, è probabile che il tuo divano e il tappeto abbiano assorbito gran parte dell’odore di fumo stantio che molte persone cercano di evitare (perché sì, sulla lunga è davvero nauseabondo). Lavare regolarmente tende, coperte e rivestimenti per mobili può aiutarti a mantenere l’ambiente pulito e fresco.