Easyjoint a Roma: cos’è e perché è legale

408
easyjoint roma

Ha aperto a Roma il 20 maggio scorso il primo CoffeeShop italiano. Sì, avete letto bene: anche in Italia esiste un coffeeshop, non dovrete andare per forza all’estero per vederne uno. Si trova nel quartiere Monti, uno dei quartieri più belli del centro storico. All’interno del negozio, potrete acquistare una scatola di 8 grammi per un totale di 17 euro: il prezzo viene deciso dal produttore e non è soggetto ad incrementi da parte del venditore.

Il marchio EasyJoint è interamente italiano e si propone di lanciare sul mercato la prima Cannabis legale, con un basso contenuto di THC e ricca di CBD.

I vari effetti della Cannabis iniziano quando sia la THC sia il CBD, naturalmente contenuti nella stessa pianta si attivano e si compensano l’uno con l’altro. Il CBD ritarda gli effetti eccitanti del THC e ne prolunga la durata nel tempo: se presi insieme infatti, l’effetto del THC può anche manifestarsi all’improvviso dopo diverso tempo dall’assunzione.
Gli effetti del THC sono quelli che sentono coloro che fumano cannabis: il senso di relax, la fame che aumenta ed un incremento della sensibilità. Infatti il THC essendo un composto psicoattivo ha un’influenza sulla funzionalità cerebrale, agisce sul sistema nervoso centrale e porta ad un cambiamento nello stato d’animo.

EasyJoint si propone come un prodotto che arrivi a sostituire la parte di tabacco, sia nella preparazione di un joint, sia come alternativa alle sigarette. Tra i pionieri che l’hanno provata, sono state apprezzate le sue peculiarità nel gusto, nell’aroma e nell’effetto calmante e lenitivo proprio del cannabidiolo, CBD, che è naturalmente contenuto nella Cannabis.

Per offrire un prodotto di qualità vengono accuratamente selezionate e poi messe sul mercato le migliori varietà di cannabis a basso contenuto di THC che esistono in natura. Gli addetti al servizio verificano l’origine della cannabis, la sua qualità, i metodi con cui viene raccolta, essiccata e conservata, scegliendo tra questi quelli più naturali possibili. In questo modo, sono sicuri di offrire un prodotto che valga e che non crei problemi a chi lo assume.

Il negozio Easyjoiny assomiglia ad un coffeshop di Amsterdam come idea, ma nella pratica presenta importanti differenze. Nei coffeshop olandesi, è possibile acquistare cannabis contenente alti livelli di THC e consumarla lì nel locale (è invece vietato fumare cannabis all’esterno dei locali, in luoghi pubblici); nel negozio sito nel quartiere Monti non si può consumare il prodotto acquistato all’interno del locale e soprattutto, la quantità di THC contenuta nella cannabis è di gran lunga inferiore rispetto a quella venduta ad Amsterdam.

Un’altra differenza con i coffeshop olandesi sta anche nella coltivazione: in tutta l’Olanda si possono acquistare i semi per poi coltivarli nell’intimità di casa propria, mentre quelli acquistabili da Easyjoint sono solo da collezione. Oltre a questo, è possibile acquistare piante da orto e giardino, fertilizzanti, prodotti cosmetici, articoli per fumatori e “marijuana in versione leggera”.

Gli stessi proprietari del negozio nel quartiere Monti non possono coltivarla: è il marchio Easyjoint a coltivarla per loro. Per la coltura possiedono un’azienda agricola, sono in possesso di tutte le autorizzazioni possibili dei vari enti specifici e vengono piantati solo i semi autorizzati.

È anche per questo che Easyjoint è legale nel nostro paese: si basa tutto sul contenuto di THC, che è sotto lo 0,6% che è il limite massimo stabilito dalla legge italiana perché la canapa venga considerata industriale o semplicemente legale. È ben più alta la percentuale di CBD, il cannabidolo, che sta intorno al 4%. Questo succede perché il principio attivo veramente eccitante è il THC, mentre il CBD tende a regolare e contrastarne gli effetti. Il CBD è una molecola assolutamente legale.

Easyjoint in tre parole è:

  1. NATURALE: la cannabis viene coltivata in modo assolutamente naturale, senza l’uso di nessuna additivo chimico. Il processo di selezione è manuale e sempre a mano vien recisa per ottenere la sua più alta qualità. Anche l’essiccazione avviene in modo totalmente naturale, non viene né forzata né indotta per ottenere i migliori oli essenziali;
  2. LEGALE: le concentrazioni di THC presenti nelle varietà selezionate rispettano i livelli prescritti dalla legge, pertanto il suo consumo (ma non la sua coltivazione) è assolutamente legale;
  3. SALUTARE: la Canapa è considerata una delle erbe curative dallo spettro più ampio. Naturalmente ricca di cannabinoidi come il CBD e CBG. Il cannabidiolo è il metabolita della canapa dagli effetti rilassanti, antipsicotici, tranquillanti, antiepilettici, antiossidanti ed antinfiammatori; vengono spesso prescritti farmaci contenenti CBD per contrastare malattie neurologiche e malattie come l’epilessia, ma anche disturbi come attacchi di panico e ansia.

Non è un mistero che tra i progetti dell’Easyjoint c’è la valorizzazione della canapa legale per puntare e mettere in risalto le positività che potrebbe avere la legalizzazione della cannabis in Italia.