Viaggio a Denver, Colorado – e la sua cannabis!

3
denver cannabis

Hey fattoni!

Oggi ci troviamo a farvi da, beh, guide turistiche per una delle capitali della cannabis mondiali al di fuori dell’Europa: Denver, in Colorado! Però, peeerò, bisogna fare qualche premessa prima di iniziare.

La marijuana in Colorado

Se sei un adulto di 21 anni o più, ora puoi possedere legalmente circa 28 grammi di marijuana in Colorado. Il modo in cui la legge è formulata consente in realtà il possesso di 1 oncia (quindi circa 28 gr.) di THC. Questa è una grande notizia perché oltre al fiore (bocciolo), puoi anche godere di molti tipi di concentrati, cibi edibili, oli, ecc. durante la tua visita a Denver. I semi di cannabis sono anche disponibili per la vendita, in Colorado.

Finché hai 21 anni o più, hai il diritto costituzionale di possedere e consumare marijuana in Colorado nel modo che preferisci. Avrai bisogno di un documento d’identità rilasciato dal governo per dimostrare che hai 21 anni o più, quindi una patente di guida o il passaporto sarebbero sufficienti per poter fare un po’ quello che ti pare (ma hey, cercate di essere sempre personcine rispettabili, eh!). Si noti che non è necessario essere residenti in Colorado per possedere cannabis ricreativa e non esiste alcun tipo di sistema di registrazione. Solo i residenti che fanno domanda allo Stato in caso di necessità di ottenere della marijuana medica devono essere residenti in Colorado.

La Marijuana Enforcement Division (MED) in Colorado ha condotto degli studi per determinare quale sia l’equivalente di THC di concentrati ed edibili in relazione alla marijuana in forma di fiori. Dunque le autorità sostengono che, poiché i prodotti come i concentrati hanno un livello di THC molto più elevato, non si dovrebbe essere in grado di acquistare la stessa quantità di concentrati rispetto ai fiori (per dire, ovviamente 28gr di concentrati non saranno 28gr di fiori!). Di conseguenza, il MED ha pubblicato le linee guida sull’equivalenza della marijuana.

A partire dal 1 ° ottobre 2016 sono entrate in vigore le seguenti regole in materia di vendite ricreative (le vendite mediche rimangono invariate):

  • 1 oz di fiori = 8 g di concentrato (tra oli, cera, ecc.)
  • 1 oz di fiori = 800 mg di commestibili

Puoi ancora mescolare e abbinare le cose, ma la situazione diventerà un po’ confusionaria. Ad esempio, è possibile acquistare 2 grammi di concentrato, ma in tal caso si sarà limitati ad acquistare 3/4 once di fiore in più (poiché 2 grammi di concentrato equivalgono a 1/4 oz di fiore). Queste leggi rappresenteranno una grande sfida per i budtenders nel tentativo di vendere combinazioni di prodotti assicurando al contempo che l’acquirente rientri nei limiti legali.

Una cosa importante da notare è che queste restrizioni si applicano solo alle vendite al dettaglio, non al possesso. Puoi legalmente possedere fino a 28 grammi di concentrati o THC come definito nella Costituzione del Colorado.

E per il consumo?

Quindi sei arrivato in Colorado e ti sei comprato un sacchetto di erba. Bravissimo! Ora la domanda è: “Dove posso fumare la mia erba?

Beh, sappiate che questo è un argomento molto dibattuto al momento, quindi ecco alcuni spunti utili su ciò che è legale e ciò che è pratico.

La discrezione quando si fuma erba è apprezzata e generalmente richiesta in moltissimi luoghi.

L’emendamento 64 della legislazione del Colorado NON (sottolineatevelo) consente il consumo di marijuana “apertamente e pubblicamente“.

Quindi, prima di iniziare a fumare allegramente mentre cammini per la strada pensando che la vita è bella e in Colorado è tutto facile, ricorda che in realtà non è così, ma che nel caso fosse proprio necessario puoi sempre avere un permesso per farlo (per esempio, se hai qualche .

In generale, non ci sono negozi o coffee shop dove è possibile acquistare prodotti di cannabis come si potrebbero trovare ad Amsterdam.

Oltre alle nuove zone pubbliche per il consumo sociale, diversi club di cannabis “privati” sono aperti anche agli adulti. Questi club sono il posto ideale sia per i turisti che per i cittadini che vogliono riunirsi e consumare i prodotti a base di marijuana in totale sicurezza e soprattutto legalmente. Alcuni consentono addirittura di fumare al chiuso poiché sono club privati con regole a sé stanti, mentre altri consentono solo di svapare e fumare all’esterno.

Ricorda, il consumo pubblico è illegale e può causare sanzioni e multe. La polizia di Denver ha anche aumentato le multe per il consumo pubblico di marijuana nel corso degli anni. Nei primi tre trimestri del 2014, la polizia di Denver ha emesso 668 sanzioni per il consumo pubblico. Ciò equivale ad un aumento del 470% rispetto allo stesso periodo del 2013, quando furono emesse 117 sanzioni. Il 4/20 del 2018, la polizia ha emesso 72 sanzioni, quasi il doppio rispetto all’anno precedente.

Anche se i luoghi dei concerti e i bar sono considerati “privati”, i proibizionisti sostengono che sono “luoghi privati ​​accessibili al pubblico”, e quindi il consumo di marijuana è proibito. Dalla nostra esperienza, dipende molto dal luogo e dalla folla. La maggior parte dei club sotterranei di solito chiude un occhio su queste cose a meno che non ricevano reclami o visite da parte della polizia.

Per essere discreti, consumare la cannabis sotto forma di commestibili o avere con te un vaporizzatore portatile può essere una buona soluzione. Questi ultimi infatti sono diventati molto popolari in Colorado, in quanto non lasciano alcun odore e possono essere consumati quasi ovunque.

Guidare sotto l’influenza della cannabis, cosa dice la legge?

In Colorado è in vigore una nuova legge DUI che stabilisce un limite legale per la quantità di THC attivo nel sistema durante la guida. Il limite legale è di 5 nanogrammi per millilitro di sangue. Questa legge è stata dibattuta ferocemente con il problema principale che le persone metabolizzano il THC a ritmi diversi e, di conseguenza, l’entità della menomazione varia drasticamente da persona a persona. A differenza dell’alcool, dove se hai più di 0,08 di concentrazione nel sangue hai la probabilità di non riuscire a guidare e dunque beccarti anche una bella multa, è difficile determinare se una persona è compromessa o no per la guida basandosi solo sui livelli di THC nel sangue.

La linea di fondo è essere intelligenti e non guidare sotto gli effetti della cannabis. Se la tua auto non ha l’odore di un pacco di erba e gli occhi non sono iniettati di sangue, è improbabile che tu venga individuato dalla polizia per sospetto uso di cannabis prima di metterti alla guida. Se la polizia sospetta che stia guidando mentre sei strafatto, però, può richiedere un esame del sangue. Il rifiuto di farlo può comportare sanzioni come il ritiro della patente e in casi estremi anche la detenzione, quindi beh, fai tu (ps: E QUINDI SII RESPONSABILE).

La possibilità di essere coinvolti in un grave incidente automobilistico, anche senza colpa tua, esiste sempre, quindi è meglio proseguire per la retta via. La legge consente a un imputato accusato di guidare sotto l’influenza della marijuana di introdurre prove che  non ha pregiudicato la loro capacità di guidare, ma questa deve essere davvero l’ultima spiaggia! Non trovarti nei guai per poterti fare una canna in più. Davvero, non è il caso… specialmente negli USA.

Bene, date queste precauzioni, a questo punto non vi resta che prenotare un hotel o un appartamento di vostro gradimento, osservare tutte le bellezze che offre la città e beh… passare una bella giornata a base di shopping di cannabis!

Previous articleCome aprire un grow shop
Next articleCome aprire un coffee shop in Italia
Ok, non sono quello in foto ma arrivato a 70 anni vorrei essere più o meno così. Cappellino in testa, Joint tra le mani, Sativa e Indica nel cuore. Di che parlo su questo mio giornale online? Dei giovani, delle loro abitudini, di quali siano i loro argomenti quotidiani e topic rilevanti, cosa gli occorra davvero e come fare per ottenerlo. Provo ad aiutare i miei coetanei a reperire informazioni e a farlo nel modo giusto, dicendo cosa vogliano sentirsi dire, dando loro le risposte che cercano e farlo nel modo più sincero possibile. Perché il nome Cannatris? Ho creato un'apposita sezione sulla Marijuana, ho pensato che con un joint tra le mani "non c'è due senza tre" e che tutti i giovani, ma proprio tutti, hanno una piccola passione per la Ganja!